Ubuntu

As Archbishop Desmond Tutu says
“Ubuntu is about the essence of being human, it is part of the gift that Africa will give the world. It embraces hospitality, caring about others, being able to go the extra mile for the sake of others. We believe that a person is a person through another person, that my humanity is caught up, bound up, inextricably, with yours. When I dehumanize you, I inexorably dehumanize myself. The solitary human being is a contradiction in terms and therefore you seek to work for the common good because your humanity comes into its own in belonging”.

Come dice l’arcivescovo sudafricano Desmond Tutu, premio nobel per la pace, 1984:

Ubuntu parla dell’essenza di essere uomini, fa parte del dono che l’Africa porterà al mondo.

Ubuntu comprende l’ospitalità, il prendersi cura degli altri, l’essere capaci di andare quel chilometro in più per il bene dell’altro.

Noi crediamo che una persona è una persona attraverso un’altra persona, che la mia umanità è agganciata e legata inestricabilmente con la tua. Quando io de-umanizzo te, io inesorabilmente de-umanizzo me stesso.

Un essere umano solitario è una contraddizione ed è per questa ragione che tu cerchi di lavorare per il bene di tutti, perché anche la  tua umanità ne fa parte, appartiene al bene di tutti.”

Bioenergetica – I Principi

La vitalità del corpo e della mente
Una proposta di attività di Bioenergetica parte da una base di lavoro corporeo, il cui obiettivo è avvicinare e riconoscere le tensioni corporee tipiche di ciascuna persona e operare per favorirne lo scioglimento.
Il lavoro di avvicinamento e di ammorbidimento tocca i vari distretti del corpo: le caviglie e i piedi, le gambe e le ginocchia, il bacino, la colonna dorsale, il petto e il plesso solare, le braccia e le spalle, il collo, il viso, la testa.
Il processo mira a riattivare la sensibilità e la consapevolezza delle percezioni corporee, e a riattivare la circolazione e i collegamenti dei processi energetici tra la parte alta e la parte bassa del corpo.
Parallelamente all’abbandono delle tensioni, si mira a rafforzare le sensazioni di una solida base nelle gambe e della libertà di movimento nella struttura portante, bacino-colonna dorsale-collo-testa.

Sviluppando la percezione delle sensazioni corporee si facilita la percezione dei propri stati emotivi, soggiacenti alle tensioni.

L’espressione dell’energia vitale
Attraverso attività espressive e di movimento guidate, è possibile invitare i nostri stati psico-corporei, trattenuti nei nostri blocchi, a manifestarsi e a rendersi a noi percepibili.
Con l’accrescersi della nostra sensibilità, gli stati di tensione e i blocchi corporei a noi propri, vengono
lentamente, dolcemente ma profondamente riattivati e reintegrati nel nostro funzionamento.
L’espressione della voce è direttamente collegata allo stato dell’intero organismo psico-corporeo, e in particolare è legata ad alcuni distretti corporei (plesso solare e diaframma, tensioni del torace, collo e spalle, abitudini respiratorie).
La sonorità della voce contiene e manifesta il respiro e la sua mobilità, ne esprime lo stato di limpidezza e di flessibilità.

Il ciclo di una classe di esercizi
Una classe di Bioenergetica ha un percorso ciclico.
Nella prima fase, da uno stato di quiete, ci si prepara ad ascoltarsi, si acuisce la propria sensibilità.
Successivamente si è pronti per coltivare le energie dentro di noi, percorrendo con l’attenzione l’intero corpo. Quando il corpo è stato attivato si è pronti ad esprimere la nostra energia, si è caricati.
E’ il momento di prendere contatto con le nostre intenzioni interiori che ci detteranno in che direzione esprimere la nostra carica. I movimenti e le attività suggerite, permettono di avvicinarsi ai nostri obiettivi interiori. L’espressione della nostra energia, ci mette in contatto con l’esterno e con ciò  che desideravamo raggiungere. E’ uno stato gratificante di scaricamento.
Ora possiamo osservare l’esperienza e farla nostra, interiorizzandola.

Infine possiamo abbandonarci ad una fase di distensione in cui rilasciamo la fatica e ci riposiamo.

E’ il ciclo di riposo-caricamento-scaricamento-riposo

Modalità di lavoro
Il percorso di una classe di Bioenergetica, si svolge in gruppo  e comprende sessioni di lavoro individuale, e lavori in coppia.
Le attività possono prendere anche la forma di lavori di piccolo gruppo, o fare ricorso al gruppo intero.
Alla fine di una sessione di lavoro, il gruppo si riunisce, e in uno spazio di ascolto, ognuno dei partecipanti è invitato a condividere le proprie impressioni sul percorso, agli altri partecipanti.